17.1 C
Amalfi

Raccolta differenziata, ad Amalfi la nuova campagna di sensibilizzazione e conferimento oli esausti

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Sostenibilità e salvaguardia dell’ambiente: parte ad Amalfi la nuova raccolta degli oli esausti, per stimolare una gestione consapevole e corretta dei rifiuti finalizzata al loro recupero e al loro smaltimento sostenibile, contribuendo a migliorare e ridurre l’impatto ambientale.

La campagna di conferimento, sviluppata in collaborazione con la IS.VEC. e la società LEM specialista del settore, prenderà il via domani, sabato 1° ottobre 2022 e sarà itinerante, snodandosi dal centro di Amalfi alle frazioni più alte.

Start alle ore 9 con l’allestimento del primo punto di raccolta in Piazza Municipio, per poi proseguire dalle ore 11 fino alle 13 in Piazza Spirito Santo. In contemporanea il servizio sarà attivo su tutto il territorio comunale: in particolare dalle ore 9 alle 10.15 nella frazione di Tovere (via Tobulum, nei pressi della chiesa di San Pietro Apostolo); dalle ore 10.30 alle 11.30 a Vettica (nei pressi della chiesa di S. Michele Arcangelo); dalle ore 11.45 alle 13 a Pogerola (in Piazza Don Gaetano Amodio).

“Si tratta di una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini, per innescare pratiche virtuose ed evitare che gli oli esausti vengano rilasciati nei lavandini di casa, con conseguenze disastrose per l’ambiente e ricadute negative sull’habitat. Siamo una città di mare, viviamo di mare e abbiamo il dovere di preservare i nostri oceani – sottolinea Ilaria Cuomo, delegata all’Ambiente ed igiene, Educazione ambientale ed ecologia di Amalfi – La raccolta degli oli esausti sarà accompagnata da opuscoli informativi sulla raccolta differenziata. Saranno consegnate ai cittadini anche le taniche da 3 litri dove riporre gli oli, rifiuti altamente inquinanti, che però possono essere riutilizzati per il riciclo e la trasformazione in energia”.

La raccolta avrà cadenza mensile: già fissate le prime date al 29 ottobre, 26 novembre e 31 dicembre 2022.

“In futuro, in linea con le esigenze e le richieste dei cittadini, potremmo ipotizzare anche dei giorni della settimana differenti. Speriamo in un riscontro favorevole in questo primo step – aggiunge Ilaria Cuomo – L’obiettivo è eliminare i contenitori lungo le strade, nei pressi dei quali a volte troviamo cumuli di rifiuti ed oli esausti che fuoriescono, che si amplifica nella stagione turistica. La progettualità si inserisce nella più ampia pianificazione turistica di Amalfi, in ottica sostenibile: decoro e pulizia sono i punti cardine per l’attrattività di un territorio e per il benessere dei cittadini”.

In cantiere anche nuove modifiche al calendario della raccolta differenziata, che saranno implementate nei prossimi mesi. In progetto anche un nuovo servizio di videosorveglianza che faccia da deterrente per l’abbandono dei rifiuti in strada o nei vicoli più nascosti, per frenare il fenomeno del sacchetto selvaggio. È in fase di studio anche un intervento dedicato alle case vacanze, per immaginare una soluzione alternativa per il problema del conferimento rifiuti tra check-in e check-out.

“Il nostro obiettivo è Amalfi Zero Sprechi. Tra le mission che stiamo sviluppando come Amministrazione comunale, c’è la tutela del nostro patrimonio paesaggistico, artistico e culturale e la sostenibilità è un fattore determinante per la salvaguardia e la valorizzazione. È essenziale ridurre la potenzialità inquinante dei rifiuti – conclude la consigliera Cuomo – Realizzare una buona raccolta differenziata equivale a qualità della vita, tutela dell’ambiente. Significa riduzione dei consumi, sharing economy e contribuire a rallentare il climate change, riducendo l’impatto sull’ambiente. Essenziale è che ogni cittadino inneschi azioni virtuose di “Re-use”: riduzioni dei rifiuti e minore utilizzo delle materie prime, riciclo dei materiali attraverso trasformazione o recupero degli scarti immettendoli nel ciclo di produzione o recuperando energia termica o elettrica, sottraendoli così alla discarica. Attivare, quindi, un’economia circolare in contrapposizione alla cultura dell’usa e getta, attraverso cinque azioni fondamentali: ridurre, riutilizzare, riciclare, raccogliere e recuperare”.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Busitalia, aggrediti due controllori alla fermata della stazione ferroviaria di Salerno

Ennesimo aggressione ai danni di dipendenti del Servizio di Trasporto Pubblico Locale. Nonostante le molteplici denunce alle quali hanno fatto seguito tavoli...

Ravello, finalmente studi medici trasferiti a Gradillo

A partire da oggi, mercoledì 22 maggio, lo studio medico del dottore Cosimo Accurso è attivo presso i...

Vietri sul Mare, per la 3ᵃ edizione della Fiera del Libro c’è anche il patrocinio di Rai Campania

Tutto pronto per la terza edizione della Fiera del Libro di Vietri sul Mare che si svolgerà a...

Servizi, a Positano ecco nuovi bagni pubblici con montascale per persone con disabilità

I servizi pubblici sono fondamentali per i paesi della Costiera Amalfitana che ogni giorno ospitano migliaia di turisti....