27.3 C
Amalfi

Bimba di 6 anni dimessa dal “Ruggi” dopo asportazione del rene

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

È stata dimessa da qualche giorno, dal reparto di Chirurgia Pediatrica dell’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno, diretto dal dottore Umberto Ferrentino, una piccola paziente di sei anni, sottoposta all’asportazione di un rene. La bimba si era recata al Ruggi per un problema di ematuria, e come riferisce la mamma, precedentemente, all’età di tre anni, era già stata sottoposta a un reimpianto ureterale presso un altro ospedale.

Dalle verifiche effettuate, la paziente presentava un uretere notevolmente dilatato nel suo imbocco in vescica, poiché stenotico, e una ridotta funzionalità del rene. Dopo le prime indagini di laboratorio, ecografia e scintigrafia renale sequenziale con mag3, si è evidenziato un aumento volumetrico del rene di sinistra, con funzionalità conservata, ma il rene di destra era seriamente danneggiato, con problematiche vescicali e reflusso di urina nell’uretere. Di conseguenza è stata necessaria l’asportazione dell’organo e dell’uretere, per evitare probabili ripercussioni sull’altro rene, e sulla vescica stessa. L’intervento eseguito con tecnica laparoscopica è stato ultimato dall’equipe del dottore Ferrentino, in collaborazione con il dottore Ciro Andolfi, responsabile della Robotica di Colmar, con le dottoresse Borrelli e Alicchio e con le anestesiste Perciato e Caterino. Il dottor Ferrentino ha rivolto un particolare ringraziamento al personale delle sale operatorie del Dipartimento Materno Infantile e del Reparto di Chirurgia Pediatrica del “Ruggi”, esteso alla Direzione Generale e di Presidio, per il supporto ricevuto nell’organizzazione logistica del delicato intervento chirurgico.

“La bambina sta bene – ha detto – e sarà sottoposta ad altri controlli per tutelare nel tempo il rene sano, e questa storia a lieto fine è la testimonianza che il Reparto di Chirurgia Pediatrica del Ruggi è ormai punto di riferimento per ogni tipo di patologia legata all’apparato urinario dei bambini”. “I ben noti viaggi della speranza alla ricerca di centri specializzati – ha aggiunto Ferrentino – non sono affatto necessari, i piccoli pazienti della nostra regione, troveranno anche al Ruggi, l’assistenza necessaria e le cure adeguate”.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

A Minori gli ‘Ndunderi nel giorno di Santa Trofimena. Storia e ricetta

di EMILIANO AMATO Tra fede, tradizione e gastronomia, si sa, esiste un legame imprescindibile, specie per noi del...

Washington, dopo vertice NATO presidente Meloni a cena al Cafe Milano di Franco Nuschese

La Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, a Washington per il summit NATO, ha scelto Cafe Milano di Franco...

Cambio al vertice della Capitaneria di Porto di Salerno: Faè subentra a Daconto

Nella mattina di oggi, venerdì 12 luglio, presso la sede della Capitaneria di porto di Salerno, alla presenza...

Confindustria Salerno, Lurgi nuovo presidente del gruppo Turismo

Cambio alla presidenza per il Gruppo Turismo, Alberghi e Tempo Libero di Confindustria Salerno: Michelangelo Lurgi di Giroauto...