18.4 C
Amalfi

Blackout Costiera Amalfitana, installate power station a Scala e Pogerola. Riparato cavo ma moderare consumo elettrico

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Dopo una notte al buio, mattinata di disagi in Costiera Amalfitana a causa del blackout elettrico di ieri sera.  

Il caldo eccessivo di questi giorni ha messo a dura prova e sotto sforzo gli impianti e la linea di media tensione, complice il sovraccarico energetico determinato dall’alto numero di presenze turistiche sul territorio. Dalle 21 e 30 circa di ieri senza luce i centri di Amalfi, Atrani, Ravello, Minori, Maiori e Tramonti.

Cinque guasti in successione che hanno mandato in tilt la “Divina” già presa d’assalto da turisti da ogni parte del mondo.

Il primo black out ad Amalfi durante la processione di Sant’Andrea che ha visto una straordinaria partecipazione di fedeli e turisti: sono stati i display degli smartphone ad accompagnare la statua del santo patrono nell’ultimo tratto del corteo creando un’atmosfera suggestiva in piazza Duomo. Intanto in piazza Flavio Gioia una turista americana veniva investita mentre attraversava la strada.

La 36enne originaria della Pennsylvania, ma residente a Milano, è finita rovinosamente al suolo. L’investitore, un giovane residente, ha dichiarato di non essersi accorto della presenza della donna a causa di insufficienza di luce artificiale. Soccorsa da un’ambulanza del 118, la turista non ha riportato gravi conseguenze ma è stata portata direttamente all’ospedale “Ruggi” di Salerno evitato il primo soccorso al presidio ospedaliero di Castiglione dal momento in cui gli strumenti di radiologia erano fuori uso a causa della mancanza di energia elettrica. Ad Atrani il gruppo elettrogeno comunale ha tenuto accesa l’illuminazione pubblica. Poco dopo, a effetto domino, altri guasti si sono registrati anche a Minori, Maiori e Tramonti.

Per tutta la notte tecnici e operai di E-Distribuzione hanno lavorato ininterrottamente tutta la notte e continuano a farlo per far fronte all’emergenza. Due power station, ossia grossi gruppi di continuità e montati “cavi-attrezzo” che consentono di fare una sorta di by-pass alle linee elettriche danneggiate, sono state installate a Pogerola, frazione alta di Amalfi e nel comune di Scala per cercare di limitare i disagi specie a strutture alberghiere ed extralberghiere e, naturalmente, a utenze private. A Tramonti questa mattina la mancanza di energia elettrica ha impedito la produzione casearia. Problemi anche per i panificatori. Ultimata con succeso la riparazione del cavo collassato, dalle 7.30 la situazione sembra stia tornando gradualmente alla normalità con la rete elettrica che rinetra nel normale assetto di funzionamento.

In realtà si era verificato un doppio guasto sul cavo interrato della rete di media tensione che serve i comuni di Amalfi, Atrani e Ravello. Oltre ad avere installato le power station e i cavi attrezzo per riprendere il più rapidamente possibile l’erogazione di energia elettrica, i tecnici di E-Distribuzione hanno lavorato anche alla riparazione del guasto.

La power station installata a Scala

Come lo scorso anno la linea di media tensione non riesce a sopportare il caldo e il carico eccessivo dovuto alla crescita della richiesta di energia.

Si raccomanda, quindi, di ridurre il consumo di energia elettrica al fine di non caricare ulteriormente la rete e prevenire nuovi blackout.

spot_imgspot_img

articoli correlati

Unisa, al via le giornate di orientamento e accoglienza delle future matricole

Da domani 23 aprile tornano gli appuntamenti di opening e conoscenza promossi dal programma “UnisaOrienta”.  L’Ateneo è pronto ad accogliere studenti e studentesse degli...

A Napoli la prima vigna gestita da studenti delle periferie

Una vigna didattica per promuovere nuove forme d'integrazione e di formazione per i ragazzi delle periferie di Napoli e, allo stesso tempo,...

Automobilismo, Coppa Primavera: trionfa Vinaccia

Si è svolta con successo la 32esima edizione della Coppa della Primavera, gara automobilistica sulle strade della Costiera...

Bimbi sbranato dai pitbull, OIPA (Protezione animali) chiede di regolamentare la detenzione

I casi di cronaca parlano sempre più spesso di aggressioni da parte di cani molossi o molossoidi che...