10.2 C
Amalfi

Costa d’Amalfi, ressa e spintoni alla fermata dei bus: lotta tra turisti e studenti per salire a bordo

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Nella Costa d’Amalfi ancora presa d’assalto dai turisti stranieri, ogni giorno si lotta alle fermate dei bus per guadagnare un posto a bordo, non per forza in poltrona. Visitatori diretti nei centri di maggior richiamo contro studenti che al termine delle lezioni devono rientrare a casa. Ad Amalfi, al capolinea del servizio di trasporto pubblico, dopo mezzogiorno si assiste allo stesso spettacolo. Specie in questi giorni in cui le corse del trasporto marittimo sono sospese a causa delle avverse condizioni meteo.

E’ di oggi l’ultima – solo in ordine di tempo –  immagine di ressa, spintoni e momenti di tensione per potersi accaparrare un posto a bordo per Positano. Uno sciame di persone che si fionda per guadagnare la salita del bus, molti dei quali studenti, minorenni, che sgomitano con stranieri che potrebbero essere i loro nonni. Sembra una lotta per la sopravvivenza: a chi spetta la precedenza? Ai ragazzi con l’abbonamento o ai graditi ospiti? L’autista rallenta la salita: deve badare alla sicurezza, contingentare gli accessi fino al numero consentito, verificare i biglietti e, in ultimo, guidare il carro da bestiame, pieno all’inverosimile. A terra c’è gente che dovrà attendere la corsa successiva. E intanto sulla Statale 163 Amalfitana il traffico è in tilt a causa del ritorno incontrollato dei bus turistici.

Intanto si attendono i risultati della riunione tra i Sindaci della Costiera e i dirigenti di Sita Sud svoltasi lo scorso 19 settembre a Scala in cui i primi cittadini chiedevano un incremento delle corse giornaliere al gestore del servizio di trasporto pubblico attesa la piena disponibilità alla collaborazione da parte del presidente della Commissione regionale ai Trasporti, Luca Cascone.

“Lunedì prossimo in Regione è fissata una riunione definitiva con la Sita per stabilire l’istituzione delle corse aggiuntive così come da noi richiesto – ha spiegato il sindaco di Scala Luigi Mansi, presidente facente funzioni della Conferenza dei Sindaci della Costa d’Amalfi – Dobbiamo aspettare a lunedì: è quanto sto dicendo ai tanti genitori e ai colleghi sindaci che sollecitano una risoluzione di questa problematica”.

spot_imgspot_img

articoli correlati

Minori, progetto bretella e box auto: TAR chiede chiarimenti al Comune

A Minori resta interrotto l’iter del progetto di finanza per la realizzazione della nuova strada interna di collegamento...

Natale e Capodanno a Ravello, c’è anche Fiorella Mannoia

Sarà Fiorella Mannoia l’artista di punta della programmazione di Natale e Capodanno a Ravello. La cantautrice romana, tra...

Remco Evenepoel: da Amalfi campione del mondo annuncia partecipazione a Giro d’Italia 2023

Ha scelto Amalfi per annunciare la sua partecipazione al prossimo Giro d’Italia, il campione del mondo in carica,...

Cetara, da PNRR un milione di euro per interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

Il Comune di Cetara è destinatario di un finanziamento di oltre un milione di euro per interventi di...