3 C
Amalfi

Flotta blu per progetto di sostegno, sviluppo e sostenibilità della piccola pesca pelagica

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Un viaggio nelle connessioni tra alimentazione, benessere e contesto sociale. Una proposta di sostenibilità economica, etica, ambientale. Un progetto che valorizzi storie, uomini, risorse e territorio. Un piano
concreto e diretto che parte dal passato e che s’affaccia sul futuro. Si avvia dal mare, cammina veloce sul territorio e ritorna al mare. Un viaggio che è anche racconto, è un filo che intesse tutti i canali della filiera mettendole insieme, attivando così strumenti d’interazione, scambio, esperienze, cooperazione, oliando una catena con cui finalmente accelerare.
Un’indicazione per tracciare una rotta, un filo per declinare il futuro, una rete di risorse da valorizzare: è questo l’ambizioso viaggio che intraprende “Flotta Blu” al motto di “La nostra pesca è Mediterranea”.

Lunedì 16 gennaio alle 17 presso la Fondazione Ebris in via De Renzi, a Salerno, la presentazione dell’iniziativa.

L’obiettivo è creare, governare e sostenere un progetto di sviluppo e valorizzazione della pesca, del pescato e del prodotto ittico trasformato. L’oggetto sono la conoscenza e il consumo del pesce azzurro, quell’insieme di specie (alcune conosciute, altre meno) che popola il Mediterraneo, ricchezza che nella piramide alimentare è considerata pilastro della Dieta Mediterranea.

«Mangia bene e starai bene», diceva lo scienziato Ancel Keys che quel modello l’ha studiato e lanciato nel mondo fino all’ingresso nel Patrimonio culturale immateriale dell’Unesco, un modello studiato sul campo, nella vita di tutti i giorni, affacciato sul mare di Pollica, in provincia di Salerno. Salerno poi, la culla della prima Università di Medicina: la Scuola Medica Salernitana, la prima e più importante istituzione medica
del Medioevo in Europa. Non poteva quindi non partire da Salerno e dalla sua provincia la navigazione di “Flotta blu” con il suo piano di sviluppo, sostenibilità e sostegno, con la sua rete di attori, risorse e valori che coinvolge le istituzioni, il sistema produttivo, ricettivo e turistico locale.

Il lancio. I veli cadranno il 16 gennaio con la presentazione delle numerose attività nell’agenda dell’iniziativa. L’incontro avverrà (inizio ore 17) nella sede della Fondazione Ebris in via De Renzi 50 a Salerno, polo di eccellenza internazionale completamente dedicato alla ricerca medicoscientifica.
Saranno illustrate le linee strategiche dell’iniziativa che punta a capitalizzare e consolidare le esperienze e gli studi condotti in materia di alimentazione, longevità e che nel contempo mira a perseguire uno
sviluppo socio-economico che valorizzi il patrimonio enogastronomico territoriale, il settore della piccola pesca costiera artigianale, il turismo e le attività pedagogiche.

Dati e risorse. Sarà possibile seguire la diretta streaming dell’evento di presentazione collegandosi al sito https://flottablu.it/dieta-mediterranea/ .
Sempre collegandosi al sito web sarà possibile scaricare tutte le informazioni, i dati, gli interventi, le note stampa, i video e le interviste relative al lancio dell’iniziativa e in seguito dell’intero svolgersi del
progetto.

L’iniziativa e il network. “Flotta Blu” nasce su iniziativa del Comune di Cetara e della Regione Campania, ha il sostegno dell’Unione Europea, del Masaf (Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle
foreste) e del Feamp (Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca).
Sulla sua rotta naviga la rete di attori-protagonisti che affianca l’iniziativa: il Dipartimento di Medicina della Facoltà dell’Università degli Studi di Salerno, tre Flag della Regione Campania (Approdo di Ulisse, Pesca
Flegrea e Porti di Velia), “Diecimila passi” e “Super Sud” (media partner), Comune di Cetara. Oltre ad Ebris, hanno firmato il protocollo d’intesa “Principe di Napoli”, la prima Università gastronomica e centro di alta
formazione e specializzazione universitario che ha come direttore del campus il pluristellato chef Heinz Beck e “RE.IS.A.IT”, la rete degli istituti alberghieri dell’Ittico.

Il piano delle attività. Rotti gli ormeggi, dopo la presentazione del 16 gennaio, “Flotta blu” comincerà la navigazione in tutta la Campania. Dieci gli incontri previsti che si terranno in istituti alberghieri nelle cinque
province della regione Campania. Gli eventi saranno diversi e cadenzati in vari momenti della giornata. Una masterclass tenuta da chef stellati per venti allievi che si cimenteranno nella preparazione di piatti che
valorizzino il pescato locale di piccoli pelagici e le produzioni agroalimentari locali. I due migliori allievi di ogni evento saranno premiati nella giornata di chiusura. Nel corso di ogni giornata si terrà una presentazione del progetto che coinvolgerà il mondo dell’Università e della scuola, delle istituzioni, dei rappresentanti del settore agroalimentare, della pesca, dei produttori del trasformato, dei ristoratori.
Infine la degustazione dei piatti preparati dagli allievi dell’istituto alberghiero: docenti, esperti del settore e chef faranno da giuria. Ogni appuntamento sarà accompagnato da un allestimento di corner informativi che promuoveranno la rete e i prodotti locali. Un lungo viaggio che si concluderà a giugno, con un evento finale e la premiazione degli allievi-chef ad Agerola.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Turismo enogastronomico del primo Novecento. I versi del poeta del vino Hans Barth per la “Portatrice d’acqua di Amalfi”

di OLIMPIA GARGANO The "wine singer" Hans Barth wrote a poem commenting on an early 20th-century German illustration dedicated to a water-carrying girl...

In giro per Agerola col ‘Pandino’ rubato: interrogatorio per i quattro minori di Scala e Ravello

Rischiano il rinvio a giudizio i quattro ragazzi, tutti minorenni, di Scala e Ravello, sorpresi dai carabinieri, lo...

Amalfi, vicenda ex Seminario. Lauro: «Unico risarcimento spetta a studenti»

In merito alle ultime vicende dell’ex Seminario di Amalfi, individuato come sede dell’Istituto Tecnico per il Turismo, progetto...

Positano, travolse e uccise Fernanda: pena ridotta ad autista NCC

Tre anni e quattro mesi di reclusione per l’autista NCC che il 21 ottobre del 2021 a Positano...