asd
24.6 C
Amalfi

L’orchestra del San Carlo sul belvedere di Villa Rufolo inaugura la 72ª edizione del Ravello Festival

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Inaugurata ieri sera la 72esima edizione del Ravello Festival. Per la prima sul Belvedere di Villa Rufolo l’Orchestra del Teatro di San Carlo, diretta da Giacomo Sagripanti, con la voce solista del soprano Marina Rebeka.

Due concerti in uno per il folto pubblico della Città della musica: la prima parte, infatti, è stata dedicata a Richard Wagner, nume tutelare del Festival con l’esecuzione del Vorspiel dei Maestri Cantori di Norimberga, l’Ouverture dell’Olandese volante, il Vorspiel del III atto di Lohengrin e l’Ouverture del Tannhäuser. Piglio deciso quello di Sagripanti che ha guidato con grande sicurezza l’Orchestra del massimo napoletano.

La seconda parte è stata un omaggio a Giacomo Puccini, nella ricorrenza del centenario della scomparsa, con il Preludio del terzo atto di Edgar e gli intermezzi di Manon Lescaut e del II atto di Madama Butterfly a dare respiro alla meravigliosa voce della Rebeka che ha interpretato con la ormai proverbiale bravura alcune arie celebri della produzione pucciniana: “Chi il bel sogno di Doretta” da La rondine, “In quelle trine morbide” ancora da Manon Lescaut, “Sì, mi chiamano Mimì” da La bohème, “Vissi d’arte” da Tosca, e “Un bel dì vedremo” da Madama Butterfly.

In tribuna il sindaco di Ravello Paolo Vuilleumier, il neo presidente della Fondazione Ravello Alessio Vlad, il capo di gabinetto del presidente della Regione Campania, l’avvocato Almerina Bove, i consiglieri di amministrazione, l’avvocato Lelio Della Pietra (per il Comune di Ravello) e l’architetto Monica Giannattasio (per la Provincia di Salerno) confermati durante la riunione svoltasi nella mattinata.

A fine concerto il bis richiesto dal pubblico alla Rebeka e all’Orchestra è stato accompagnato da un fuori programma “pirotecnico”, il piccolo spettacolo di fuochi d’artificio dalla sottostante chiesa di San Pietro alla Costa in cui si festeggiava la Madonna delle Grazie.

Foto: R. Caramiello per Ravello Festival

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Il Symphony di Arnault torna nelle acque della Costiera, poi va a Capri. Atterraggio spettacolare a prua

di EMILIANO AMATO Riecco il Symphony nelle acque della “divina” costiera. Questa mattina il mega yacht di proprietà del...

Costa d’Amalfi, il ritorno del figliol prodigo: riecco Davide Mansi

Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano, canta Antonello Venditti. In questo caso si tratta...

Mare Positano, parla ambientalista Daniele Esposito: «Troppe barche, rischio inquinamento alto. Bisogna intervenire»

Da 43 anni vive a stretto contatto col mare, (da quando, cioè, aveva 13 anni) essendo il guardiano...

Ravello festeggia San Pantaleone, 24 luglio visite mediche specialistiche gratuite. Gli orari

In occasione dei festeggiamenti in onore di San Pantaleone, Medico e Martire, tornano a Ravello gli appuntamenti gratuiti...