30.4 C
Amalfi

Papa Francesco ai vescovi della Campania: «Siete Pastori concreti»

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

di ANDREA GALILEO

In questi giorni, in tutto il territorio costiero, o meglio in tutto il territorio diocesano, si sta sentendo parlare della “Visita ad limina apostolorum” che il nostro arcivescovo, monsignor Orazio Soricelli, sta compiendo a Roma insieme agli altri vescovi della Campania.


Trattasi dell’incontro che i vescovi della Chiesa tengono, con cadenza quinquennale, presso la Santa Sede al cospetto di Papa Francesco, ove essi presentano ogni punto del programma pastorale e amministrativo delle varie diocesi.

L’espressione latina “Visita ad Limina Apostolorum” risale ai primi secoli della Chiesa e prende il suo nome dell’iter che i primi cristiani, provenienti da ogni parte del mondo, compivano per recarsi sulle tombe dei Santi Apostoli Pietro e Paolo.

Con il passare del tempo, questa pratica devozionale andò, man mano, a svanire fino a quando, nel 1909, la Congregazione dei Vescovi ne sancì il ripristino.

Tali visite, oltre ad avere una valenza giuridico-amministrativa, fanno luce sul carattere marcatamente teologico-spirituale che le costituisce, ossia la comunione con il Romano Pontefice, successore dell’Apostolo Pietro, il quale continua la stessa missione affidatagli da Gesù: “Tu sei Pietro e su questa Pietra edificherò la mia Chiesa e le porte degli inferi non prevarranno su di essa. A te darò le chiavi del regno dei cieli, e tutto ciò che legherai sulla terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai sulla terra sarà sciolto nei cieli”. Il Papa è il capo del collegio episcopale attraverso il quale governa la Chiesa.

Monsignor Antonio Di Donna, vescovo di Acerra e Presidente della Conferenza Episcopale Campana, in una video-dichiarazione resa pubblica il primo giorno della visita, prende in prestito le parole di una lettera di San Paolo per porre l’accento sull’importanza del confronto, così come fecero gli Apostoli agli albori della Chiesa nascente. La Chiesa con il suo “modus operandi” che si basa sul confronto può essere di esempio, proprio adesso, periodo in cui, a causa delle numerose guerre sembra essere un qualcosa di utopistico ed irraggiungibile.

Ieri i vescovi campani hanno incontrato Papa Francesco nella Biblioteca del Palazzo Apostolico. Racconta monsignr Di Donna che l’incontro è stato emozionante e alla luce delle sfide del Vangelo. L’incontro durato qualche ora ha avuto una natura soprattutto “pastorale”. Tutti i presuli campani hanno avuto modo di rivolgere al Santo padre qualche parola di ringraziamento e di confronto. Il Papa ha sottolineato ai vescovi l’importanza di essere pastori con “l’odore delle pecore” impegnati nelle sfide pastorali che si presentano nel quotidiano.

Nel salutare i vescovi campani il Papa è rimasto molto colpito della loro opera pastorale, definendoli pastori concreti.

Noi tutti siamo grati ai nostri vescovi, soprattutto al nostro padre Arcivescovo Orazio, per essere pastori veri capaci di fare proprie le gioie e le speranze, le tristezze e le angosce di ogni uomo. 

O Apostolo Andrea,
tessi ancora, come sulle rive del mare di Galilea,
i fili della comunione e dell’unità
per questa tua Chiesa di Amalfi – Cava de’ Tirreni
A te, al quale ci rivolgiamo nei momenti di difficoltà Affidiamo
ogni nostra delusione e ogni nostro affanno,
come i nostri progetti e le nostre attese.
Sant’Adiutore, vescovo Martire, Pastore buono,
accompagna il nostro vescovo Orazio ottenendo per lui,
il dono della forza e dell’ascolto mite dello Spirito
Santa Maria,
Tu che un tempo hai custodito la carne del Figlio di Dio, custodisci ancora la nostra Chiesa,
affinché possa ancora e sempre esclamare:
“Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e santo è il suo nome!”
SS.Trinità inonda la nostra Chiesa
con la rugiada dello Spirito
affinché essa sia tutta riempita d’amore
Cristo risorto
Intercedi per noi
presso il Pastore grande del gregge affinché la nostra Chiesa sia sempre segno di unità nella fede,
nella carità fraterna,
nella comune speranza in Te. Amen.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Washington, dopo vertice NATO presidente Meloni a cena al Cafe Milano di Franco Nuschese

La Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, a Washington per il summit NATO, ha scelto Cafe Milano di Franco...

Cambio al vertice della Capitaneria di Porto di Salerno: Faè subentra a Daconto

Nella mattina di oggi, venerdì 12 luglio, presso la sede della Capitaneria di porto di Salerno, alla presenza...

Confindustria Salerno, Lurgi nuovo presidente del gruppo Turismo

Cambio alla presidenza per il Gruppo Turismo, Alberghi e Tempo Libero di Confindustria Salerno: Michelangelo Lurgi di Giroauto...

Sul Belvedere di Villa Rufolo l’Orchestra del San Carlo con un cast di voci internazionali per la Nona di Beethoven 

Ha da poco compiuto 200 anni, era infatti la sera del 7 maggio 1824 quando al Kaerntnerthortheater di...