10.2 C
Amalfi

Punta Campanella, ragazzi speciali alla scoperta delle meraviglie del Parco

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Si è concluso con grande soddisfazione il progetto sperimentale dell’Area Marina Protetta Punta Campanella: circa 25 ragazzi disabili con familiari e accompagnatori hanno visitato il Parco grazie a 8 escursioni in mare. Il Parco Marino ha messo a disposizione gratuitamente il gozzo con motore elettrico per alcune giornate nel mese di settembre. Il maltempo degli ultimi giorni non ha purtroppo permesso le ultime due escursioni in mare previste in questa settimana.

«Ma riprenderemo la prossima estate, con un numero di uscite ancora maggiori– il commento del presidente dell’Amp Punta Campanella, Lucio CacaceQuest’anno abbiamo voluto realizzare un primo progetto sperimentale. Dall’anno prossimo, visto l’ottima riuscita e i feedback molto positivi ricevuti dai partecipanti, l’iniziativa sarà ancora più strutturata e ampliata. Ci coordineremo anche con i comuni del Parco per renderla migliore. Abbiamo una grande attenzione verso questo tema, tutti devono avere la possibilità di ammirare da vicino, dal mare, le nostre meraviglie».

Sono state circa 25 le persone, tra disabili, anziani e accompagnatori, che nel mese di settembre hanno potuto visitare il Parco durante le diverse escursioni. Partiti da Marina Lobra, hanno attraversato quasi tutta l’Area Marina Protetta, con sosta nella Baia di Ieranto e passaggi a Punta della Campanella, Marina del Cantone, Crapolla. Oltre ad ammirare la natura e lo splendido mare, hanno potuto anche conoscere i progetti del Parco e l’importanza di tutelare una zona così importante e ricca di biodiversità.

«I ragazzi hanno vissuto un’avventura mozzafiato. Un’uscita in mare resa possibile grazie all’iniziativa promossa, per la prima volta in via sperimentale, dall’Area Marina Protetta Punta Campanella – sottolinea Albino Gargiulo, Presidente della Cooperativa Sociale Alma -. Ringraziamo di vero cuore i responsabili dell’Ente, il Presidente Lucio Cacace, il Direttore Alberico Simioli e lo staff del Parco, per averci fatto dono di questa entusiasmante esperienza». 

«Ricorderò per sempre il momento in cui mio figlio si è buttato in mare e quando è risalito aveva un sorriso così grande che mi sono commossa» il commento di una mamma.

«La nonna è stata felicissima – il messaggio al Parco della nipote di un’anziana disabile – Vi ringrazio infinitamente per avermi aiutato a fare un regalo alla mia amata nonna».

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Minori, progetto bretella e box auto: TAR chiede chiarimenti al Comune

A Minori resta interrotto l’iter del progetto di finanza per la realizzazione della nuova strada interna di collegamento...

Natale e Capodanno a Ravello, c’è anche Fiorella Mannoia

Sarà Fiorella Mannoia l’artista di punta della programmazione di Natale e Capodanno a Ravello. La cantautrice romana, tra...

Remco Evenepoel: da Amalfi campione del mondo annuncia partecipazione a Giro d’Italia 2023

Ha scelto Amalfi per annunciare la sua partecipazione al prossimo Giro d’Italia, il campione del mondo in carica,...

Cetara, da PNRR un milione di euro per interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

Il Comune di Cetara è destinatario di un finanziamento di oltre un milione di euro per interventi di...