asd
24.6 C
Amalfi

Ravello sempre più oltraggiata: forzate le fioriere della piazza per consentire uscita di un furgone

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

di EMILIANO AMATO

Ravello sempre più mortificata, oltraggiata, deturpata, violentata. Non si contano oramai le condotte fuori contesto da parte di soggetti inadeguati o peggio ancora cafoni che a vario titolo operano nella città della musica.

Questa mattina l’ultimo episodio in ordine di tempo: per consentire l’uscita di un furgone dalla piazza per lo scarico merci sono state manomesse le fioriere al varco di Via della Marra. Alle 7,40, venti minuti prima dell’inizio del servizio della Polizia Locale, l’addetto di una ditta che fornisce bar e ristoranti (non del territorio) che aveva appena effettuato consegne sulla piazza (pratica non autorizzata), stava guadagnando l’uscita.

Accortosi che le fioriere fisse impedivano il passaggio del furgone guidato dal suo collega, ha pensato bene di spostarle, come usava sovente fare. 

CLICCA QUI PER VISUALIZZARE IL VIDEO

Ma pochi giorni fa l’amministrazione comunale, proprio per evitare tali furbate, aveva fatto sostituire le fioriere in terracotta rotte (a causa dei continui spostamenti) e deciso di fissarle. Come si nota dalle foto, l’operatore si mette d’impegno per forzare l’ostacolo al fine di consentire il passaggio del mezzo, danneggiando l’elemento d’arredo che fa da deterrente. Riuscito nel suo intento, l’uomo è risalito a bordo andando via. La scena davanti agli avventori dei bar rimasti increduli.

Purtroppo non è una novità che dalle  6 del mattino il centro storico di Ravello è ostaggio di questi predoni che fanno ciò che vogliono.

Anche dopo i noti fatti di domenica scorsa (clicca qui per approfondire) il comandante della Polizia Locale, Moreno Salsano (distante dalla vita reale del paese), deve prendere atto che Ravello non ha le stesse esigenze di Tramonti con cui condivide il comando associato di Polizia Locale attraverso uomini e mezzi. In piena estate (non è un segreto) non basta coprire il servizio sul canonico arco orario 8,00 – 20,00. Nei mesi di luglio e agosto Ravello, come Amalfi e Positano, è un paese attivo almeno per 18 ore e necessita di vigilanza.

A tal proposito si ricorda che il Comune di Ravello percepisce oltre 850mila euro annui dalla tassa di soggiorno, somma destinata a finanziare attività connesse al turismo (quindi al decoro del paese e alla sicurezza pubblica).

Nel frattempo l’auspicio è che l’ufficio di Polizia Locale si impegni almeno a individuare i responsabili della manomissione e a sanzionarli secondo le leggi vigenti oltre a chiedere i danni.

Intanto sembra che l’amministrazione comunale abbia deliberato le somme destinate al servizio di vigilanza notturna dopo gli schiamazzi e le nudità delle notti scorse.

Ravello merita rispetto: non può e non deve diventare il paese dei balocchi dove chiunque è autorizzato a fare ciò che vuole delle aree pubbliche. Occorre assicurare controlli, ordine e disciplina se si vuole salvaguardare l’immagine e la dignità del paese e soprattutto se si vuole continuare a fare turismo di qualità.

spot_imgspot_img

articoli correlati

Il Symphony di Arnault torna nelle acque della Costiera, poi va a Capri. Atterraggio spettacolare a prua

di EMILIANO AMATO Riecco il Symphony nelle acque della “divina” costiera. Questa mattina il mega yacht di proprietà del...

Costa d’Amalfi, il ritorno del figliol prodigo: riecco Davide Mansi

Certi amori non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano, canta Antonello Venditti. In questo caso si tratta...

Mare Positano, parla ambientalista Daniele Esposito: «Troppe barche, rischio inquinamento alto. Bisogna intervenire»

Da 43 anni vive a stretto contatto col mare, (da quando, cioè, aveva 13 anni) essendo il guardiano...

Ravello festeggia San Pantaleone, 24 luglio visite mediche specialistiche gratuite. Gli orari

In occasione dei festeggiamenti in onore di San Pantaleone, Medico e Martire, tornano a Ravello gli appuntamenti gratuiti...