17.1 C
Amalfi

Salerno, morto ex arbitro Boggi. Il ricordo di Salvatore Gagliano

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

E’ stato un risveglio molto triste, questo dell’ultimo giorno del 2022, per Salerno che ha perso un altro protagonista della storia cittadina. Nella tarda serata di ieri, dopo una estenuante battaglia con una malattia invasiva, si è spento Roberto Boggi.

L’ex arbitro internazionale e commerciante nel ramo dell’abbigliamento maschile si è spento all’età di 67 anni. La notizia ha fatto subito il giro della città e del web, dove sono stati in tanti a volergli tributare un ricordo e un saluto. Boggi è spirato all’ospedale di Eboli dov’era ricoverato in seguito al peggioramento delle sue condizioni. I funerali si svolgeranno domani, domenica 1° gennaio, alle 12, nella chiesa di Santa Lucia a Salerno.

A ricordarlo è Salvatore Gagliano, uomo di sport ed ex arbitro che al Quotidiano della Costiera ha detto:

«Una telefonata che non avrei mai voluto ricevere. Da Alessandra, cara figlia di Roberto, con una voce spezzata una frase chiara: Salvatore, papà’ ci ha lasciati . Mi è caduto il mondo addosso e sebbene sapessi che Roberto stava male da un po’ di tempo, non immaginavo che ci lasciasse così presto. Subito mi vennero alla mente tanti ricordi: la lunga esperienza fatta insieme come arbitri lui da internazionale io più modesto. Le tante divertenti cene fra amici veri, la sua grande vicinanza ed il suo sostegno alle mie esperienze in politica ed il giorno del suo matrimonio a Praiano quando lui incontrandomi mi disse: Salvatore fai tutto tu, io non voglio sapere nulla! Peccato, che tristezza. Sono vicino con la mia famiglia alla cara Francesca ed ai carissimi figli Alessandra e Pasquale ed a Te Roberto un grande abbraccio e riposa in pace».

Diventò internazionale nel 1996, su proposta del designatore Paolo Casarin, e mantenne tale qualifica fino al 199, quando decise, con un anno di anticipo, di porre termine alla propria carriera arbitrale, dopo aver diretto come ultima gara la sfida-spareggio per l’ammissione alla Coppa UEFA tra Inter e Bologna. Nel 1996 arbitrò la finale di andata di Coppa Italia tra Fiorentina ed Atalanta. Totalizzò in tutto 119 presenze in Serie A, tra cui alcune “classiche” del campionato, come una Juventus-Inter, un derby di Milano, tre derby di Roma e tre Milan-Juventus.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

La Fondazione Ravello celebra il 144° anniversario della visita di Wagner in città La Fondazione Ravello ricorda il 144esimo anniversario...

Busitalia, aggrediti due controllori alla fermata della stazione ferroviaria di Salerno

Ennesimo aggressione ai danni di dipendenti del Servizio di Trasporto Pubblico Locale. Nonostante le molteplici denunce alle quali hanno fatto seguito tavoli...

Ravello, finalmente studi medici trasferiti a Gradillo

A partire da oggi, mercoledì 22 maggio, lo studio medico del dottore Cosimo Accurso è attivo presso i...

Vietri sul Mare, per la 3ᵃ edizione della Fiera del Libro c’è anche il patrocinio di Rai Campania

Tutto pronto per la terza edizione della Fiera del Libro di Vietri sul Mare che si svolgerà a...