31.2 C
Amalfi

Giro d’Italia in Costiera, è corsa contro il tempo per riapertura strada Ravello-Tramonti

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

di EMILIANO AMATO

E’ corsa contro il tempo per consentire il regolare passaggio del Giro d’Italia in Costiera Amalfitana.

La sesta tappa dell’11 maggio, con partenza e arrivo a Napoli, prevede il passaggio al Valico di Chiunzi, l’attraversamento della Sp1 fino a Ravello e poi dritti sull’Amalfitana verso Sorrento e Castellammare di Stabia.

E’ proprio la Ravello-Chiunzi il problema: l’arteria è ufficialmente chiusa dal 1° novembre 2012 in seguito all’ultimo grosso smottamento di fango e pomice che invase la carreggiata mettendo a rischio l’incolumità degli automobilisti. Ormai da diversi anni il fronte franoso è stato messo in sicurezza grazie all’importante intervento sperimentale di mitigazione del rischio che, però, non è del tutto completato.

Il passaggio veicolare è quotidiano e regolare, ma sulla carta l’arteria risulta non percorribile. Nemmeno in bicicletta. Nel corso di un summit tecnico-politico-istituzionale svoltosi mercoledì scorso alla Prefettura di Salerno, si è fatto il punto della situazione.

Il prefetto Francesco Russo, ha chiesto alla Provincia di Salerno la revoca dell’ordinanza di chiusura (che prima o poi dovrà pur avvenire, no?). A Palazzo Sant’Agostino dopo dieci anni e mezzo si dovranno dare una mossa considerando il poco tempo a disposizione degli uffici.

Il piano “b”, che vedrebbe la variazione del percorso dal Valico di Chiunzi verso Maiori e  l’immissione sulla Statale 163 “Amalfitana” in direzione Sorrento non sarebbe gradito all’organizzazione della corsa rosa che ha fatto sapere di non voler apportare alcuna modifica alla tappa da 156 chilometri.

Intanto, stando a notizie ufficiose, i lavori di rifacimento dei tratti d’asfalto sulle strade interessate dovrebbero avere inizio da martedì 2 maggio in orari notturni. Sulla Ravello-Castiglione sarà completamente ripavimentato il tratto di un chilometro che dal bivio per Pontone va alla torre di Civita (montagnelle comprese).

COME ORGANIZZARSI L’11 MAGGIO?

Per consentire l’ottimale organizzazione dell’evento, le strade interessate, quindi SP2 b da Corbara al Valico di Chiunzi, Sp1 Chiunzi-Ravello, Sp 76 Ravello-Castiglione e Ss 163 “Amalfitana” da Castiglione di Ravello a Sorrento sarà chiusa almeno due ore prima del transito dei corridori.

Si stima che i ciclisti di testa possano raggiungere il Valico di Chiunzi intorno alle 13, mentre la coda del gruppo alle 13.30.

Per quella giornata non transiteranno, almeno dalle 10.30 circa, pullman di linea, bus turistici, Ncc, e auto private. I lavoratori del settore alberghiero e i pendolari dovranno raggiungere i luoghi di lavoro anzitempo. Alcune attività potrebbero addirittura restare chiuse come, di sicuro, anche le scuole del territorio di ogni ordine e grado.

Sarà una giornata campale, ma forse grazie al passaggio del Giro d’Italia vedremo risolte diverse ataviche problematiche della viabilità in Costiera.

spot_imgspot_img

articoli correlati

Atrani: il “sì” di Vittorio Perrotta e Yanaris Toledano

di EMILIANO AMATO Non è mai troppo tardi per dire “sì”. Con la consapevolezza di avere accanto a...

Mal secco limone Costa d’Amalfi, 30 luglio tavolo tecnico per scongiurare abbandono dei terreni. Chiesto intervento del Governo

Sul mal secco dei limoni presente in Costiera Amalfitana, che anno dopo anno sta seriamente compromettendo la coltivazioni...

Don Pasquale Avitabile, un nuovo valente sacerdote per la Diocesi di Amalfi-Cava

In un'atmosfera di grande suggestione, ieri sera nella cattedrale di Amalfi è avvenuta l'ordinazione sacerdotale di don Pasquale...

Costa d’Amalfi, auto si ribalta nella notte a Erchie. Conducente estratto dai Vigili del Fuoco

Un incidente stradale si è verificato poco dopo la mezzanotte sulla strada statale 163 "Amalfitana", tra Erchie e...