3 C
Amalfi

Praiano, Sindaca riceve i neo diplomati in Municipio: «Ragazzi volenterosi, intelligenti e brillanti, che ci inorgogliscono»

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Conseguire il massimo risultato agli esami di Stato è di per sé una grande soddisfazione per uno studente. Se poi questo straordinario traguardo viene anche celebrato con un momento istituzionale come motivo di orgoglio per tutta la comunità di cui fa parte, diventa una doppia soddisfazione. È quello che è successo ad alcuni meritevoli ragazzi di Praiano che la sindaca Anna Maria Caso ha ricevuto nell’Aula consiliare del Comune per brindare al loro successo scolastico, premessa e promessa di tanti altri successi futuri, nel lavoro e nella vita. Per i loro brillanti voti, ancora più degni di nota se si considerano in proporzione al numero totale dei diplomati, sono stati omaggiati dal primo cittadino con un pregiato volume sulla storia di Praiano.


«Tengo a sottolineare questo aspetto: tutte le iniziative che prendiamo a Praiano, che riguardano il turismo e la cultura in particolare, non vogliamo che siano calate dall’alto, devono essere vissute e partecipate dal territorio perché solo cosi rimangono in essere, possono avere il valore che meritano. Ho voluto invitare circa 22 ragazzi che si sono distinti: una percentuale altissima di votazioni che va dal 90 al 100; su 21 ragazzi di diversi indirizzi ci sono stati poi ben sei 100, quasi un record. Ragazzi volenterosi, dinamici, intelligenti, brillanti che ci inorgogliscono» ha dichiarato con soddisfazione mista ad emozione Anna Maria Caso che anche durante la sua esperienza da vicesindaco e assessore a Cultura e Pubblica Istruzione, ha cercato di fare in modo che l’Amministrazione facesse sentire la propria vicinanza al mondo della scuola, supportando gli studenti, sulla base della convinzione che la promozione della cultura è un arricchimento per il territorio.


«Loro sono il nostro futuro – ha ribadito -. Ragazzi che si formano, che dimostrano la loro grande capacità, sono motivo di orgoglio. Questi risultati però non vengono da soli: oltre allo studio e all’impegno dei ragazzi, c’è da dire che noi viviamo ancora fortemente la cultura della comunità. Questo ci avvantaggia da tutti i punti di vista». «I figli sono i figli di tutti. Il territorio è il territorio di tutti. Le piazze sono di tutti. Anche il turista percepisce questa dimensione e gli piace» ha concluso la Sindaca.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Turismo enogastronomico del primo Novecento. I versi del poeta del vino Hans Barth per la “Portatrice d’acqua di Amalfi”

di OLIMPIA GARGANO The "wine singer" Hans Barth wrote a poem commenting on an early 20th-century German illustration dedicated to a water-carrying girl...

In giro per Agerola col ‘Pandino’ rubato: interrogatorio per i quattro minori di Scala e Ravello

Rischiano il rinvio a giudizio i quattro ragazzi, tutti minorenni, di Scala e Ravello, sorpresi dai carabinieri, lo...

Amalfi, vicenda ex Seminario. Lauro: «Unico risarcimento spetta a studenti»

In merito alle ultime vicende dell’ex Seminario di Amalfi, individuato come sede dell’Istituto Tecnico per il Turismo, progetto...

Positano, travolse e uccise Fernanda: pena ridotta ad autista NCC

Tre anni e quattro mesi di reclusione per l’autista NCC che il 21 ottobre del 2021 a Positano...