asd
27.6 C
Amalfi

Ravello, Mariella Avino tra le 100 donne italiane di successo per Forbes

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Ogni anno Forbes, il magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle, racconta il successo in tutte le sue forme, stilando le classifiche più autorevoli e influenti sui protagonisti della business community globale.

La redazione di Forbes Italia si concentra sull’individuazione delle figure leader nel nostro Paese come ad esempio, le cento donne di successo che si siano distinte in diversi settori.

Per il sesto anno consecutivo, Forbes Italia ha selezionato 100 figure professionali femminili che nel 2023, con il loro impegno e capacità di leadership, hanno aggiunto valore a settori quali arte, lifestyle, finanza e sport, contribuendo alla crescita dell’Italia. Le “Donne al comando” sono scienziate, attrici, creative e manager alla guida di realtà internazionali che hanno saputo scalare la vetta del successo, ricoprendo ruoli di responsabilità, dimostrando non solo particolare ingegno ma soprattutto una straordinaria forza di volontà.

E quest’anno, all’interno di questa prestigiosa classifica, si colloca, meritatamente, Mariella Avino, managing director e proprietaria di Palazzo Avino, hotel di lusso di Ravello, accanto a Francesca Fagnani, conduttrice graffiante del programma di Rai 2 Belve, Margherita Cassano, prima presidente della Corte suprema di Cassazione, Maria Cristina Pisani, presidente del Consiglio Nazionale dei Giovani, Sabrina Impacciatore, attrice italiana osannata negli USA, l’ex show girl Lorella Cuccarini, Elodie e Annalisa, tra le cantanti italiane di successo del momento.

Avino, classe 1984, managing director e proprietaria dell’albergo di famiglia, dopo gli studi in Business Administration alla LUISS di Roma nel 2007, si trasferisce a Milano dove opera come credit analyst presso HSBC Bank, ramo travel industry e turismo. Un master in Hospitality Administration presso l’Ecole Hôtelière di Losanna, in Svizzera, prima di tornare a Ravello per l’affiancamento alla direzione dell’albergo.

Con lei, lo storico edificio (antica dimora gentilizia del XII secolo) cambia nome nel 2013 da Palazzo Sasso a Palazzo Avino, coniugando gli interessi della manager come arte, moda e cultura legata al cibo. Palazzo Avino è tra gli alberghi italiani più prestigiosi al mondo nel segmento del lusso, che contribuisce ad accrescere ulteriormente il livello dell’offerta turistica d’eccellenza di Ravello.

«Difficile trovare parole adeguate a rappresentare quanto speciale sia questo riconoscimento – ci racconta la managing director –  Faccio mie le motivazioni dell’inserimento nell’elenco, con la responsabilità forte di tenere sempre vivo l’apporto di valore al settore del turismo in tutte le sue trasversali accezioni».

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Costa d’Amalfi, ai sindaci è vietato portare statue dei Santi in processione. Arriva la nota della Diocesi

di EMILIANO AMATO Scherza coi fanti ma lascia stare i Santi. Ha fatto discutere il caso della statua...

Le prime immagini della serie Tv “Costiera” di Amazon Prime

Le bellezze della nostra terra racchiuse in una nuova serie tv: si intitola Costiera la nuova produzione annunciata da Amazon...

Piccoli Indiana Jones nelle Grotte del Dragone di Scala: l’esperienza dei bambini dei centri estivi

Una giornata da ricordare quella vissuta dai bambini del centro estivo di Minori che, in un simpatico gemellaggio...

Balneazione “non sempre sicura” ad Atrani, la lettera al Sindaco

Con una lettera trasmessa al sindaco di Atrani, Michele Siravo e alla Miramare Service che gestisce le attività...