11.7 C
Amalfi

Trasporto marittimo, nuova ordinanza Guardia Costiera riduce le corse. Multata Tra.Vel.Mar.

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

di EMILIANO AMATO

La Tra.Vel.Mar, principale società di trasporto marittimo della costiera amalfitana riduce gli orari di servizio. Per effetto dell’ordinanza numero 9/2024 della Capitaneria di Porto di Salerno che limita il numero di accosti nei porti e nei punti di approdo della “Divina” per ragioni di sicurezza, la società che svolge anche funzioni di trasporto pubblico locale alternativo a quello su gomma, annuncia il taglio delle corse. Lo fa a partire da oggi, 12 febbraio (la società è l’unica a garantire collegamenti marittimi anche d’inverno), comunicando la decisione alla Regione Campania – settore Trasporti e ai sindaci della Costiera.

Allo stato attuale le maggiori difficoltà per Andrea Gambardella, amministratore delegato della società armatrice, sono rappresentate dall’impossibilità di fare scalo nel porto turistico di Maiori. Con l’entrata in vigore della nuova ordinanza è ridotta a 23 metri la lunghezza massima delle imbarcazioni da trasporto passeggeri che possono operare nello scalo maiorese al molo di sopraflutto nel tratto di banchina compreso tra i 95 e 117 metri. Le due unità con cui Tra.Vel.Mar. opera sono le motonavi Polaris – Acquarius e Uragano 90 che superano i 23 metri e di conseguenza era stata avanzata richiesta di deroga per consentire la prosecuzione del servizio nel periodo invernale in attesa della definizione delle problematiche poste in evidenza nei tavoli di concertazione (prossimo incontro alla Prefettura di Salerno è previsto nella prossima settimana).

L’autorità marittima di Maiori ha rilasciato parere sfavorevole elevando, lo scorso 9 febbraio, un verbale di contestazione di infrazione al comandante dell’unità Polaris comminando un’ammenda di duemila euro per il mancato rispetto della nuova ordinanza vigente.

«Le limitazioni imposte dall’Autorità Marittima minano in maniera irreversibile la programmazione dei servizi marittimi programmati ed autorizzati per la stagione 2024, con una inevitabile ricaduta sul livello occupazionale e sulla mobilità turistica garantita nel corso degli ultimi decenni» dichiara Gambardella il quale annuncia di «presentare richiesta di istituzione di idonei tavoli tecnici presso la Regione Campania per procedere alla rimodulazione degli orari autorizzati alla luce delle nuove limitazioni impartite dalla Capitaneria di Porto di Salerno».

spot_imgspot_img

articoli correlati

Ravello, pietre nella notte sulla SP1. Richiesta ispezione della roccia

di EMILIANO AMATO Piovono pietre sulla strada Ravello-Chiunzi. La scorsa notte, sulla strada provinciale 1, al chilometro 4...

Emergenza abitativa a Praiano, maggioranza boccia proposta di Terminiello. «Ripercussioni su stabilità amministrativa»

di LUCIA LIETO  A Praiano non è passata la bozza di modifica al regolamento comunale proposta dal consigliere Arturo...

Dispersione scolastica a Salerno e provincia, firmato protocollo d’intesa in Prefettura

Nel corso della mattinata odierna, presso il “Salone Azzurro” del Palazzo del Governo, è stato sottoscritto il protocollo...

Disabilità, lo sportello di Agenzia Vita Indipendente per Cava e Costiera

Far conoscere i principi della Vita Indipendente e Dopo di Noi alle persone con disabilità e alle loro famiglie, i diversi...