11.5 C
Amalfi

Costa d’Amalfi, autoarticolato di 17 metri fermato a Capo d’Orso. Era diretto a Conca dei Marini

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Si era avventurato tra i tornanti della Statale 163 Amalfitana, oltrepassando i centri di Vietri sul Mare e Cetara. Intorno a mezzogiorno l’autoarticolato di 17 metri che viaggiava in direzione Amalfi è stato fermato dagli uomini della Polizia Locale di Maiori, in località Capo d’Orso. Aveva accumulato, dietro di sé, una lunga coda di veicoli. Sono stati alcuni automobilisti esasperati, costretti a viaggiare a rilento, a segnalare la presenza del bestione agli uomini diretti dal comandante Giuseppe Rivello.

Il mezzo pesante con targa straniera che trasportava mobili era diretto a Conca dei Marini per effettuare la consegna presso un noto albergo. Il conducente, di nazionalità bulgara, ignaro dell’ordinanza numero 340/2019 che regola il traffico sulla principale arteria della “Divina” (che vieta il transito di mezzi pesanti e il senso contrario) si è fidato del navigatore satellitare.

Destinatario della sanzione amministrativa prevista dal codice della strada (90 euro), dovrà attendere la mezzanotte a bordo strada, all’altezza della frazione di Erchie, per potersi rimettere in viaggio e tornare indietro, scortato, in direzione Vietri sul Mare.

spot_imgspot_img

articoli correlati

Unisa, al via le giornate di orientamento e accoglienza delle future matricole

Da domani 23 aprile tornano gli appuntamenti di opening e conoscenza promossi dal programma “UnisaOrienta”.  L’Ateneo è pronto ad accogliere studenti e studentesse degli...

A Napoli la prima vigna gestita da studenti delle periferie

Una vigna didattica per promuovere nuove forme d'integrazione e di formazione per i ragazzi delle periferie di Napoli e, allo stesso tempo,...

Automobilismo, Coppa Primavera: trionfa Vinaccia

Si è svolta con successo la 32esima edizione della Coppa della Primavera, gara automobilistica sulle strade della Costiera...

Bimbi sbranato dai pitbull, OIPA (Protezione animali) chiede di regolamentare la detenzione

I casi di cronaca parlano sempre più spesso di aggressioni da parte di cani molossi o molossoidi che...