21.8 C
Amalfi

Servizi digitali al cittadino, fondi PNRR al Comune di Cetara

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

Il Comune di Cetara è destinatario di un finanziamento da 164.425 euro derivante dal PNRR per la digitalizzazione della Pubblica amministrazione.

L’obiettivo dell’investimento 1.2 “Abilitazione al Cloud per le PA locali”; la Misura 1.4.1 “Esperienza del cittadino nei servizi pubblici”; la Misura 1.4.3 “APP IO” e “PagoPA”; la Misura 1.4.4 – “SPID CIE” è sviluppare un’offerta integrata e armonizzata di servizi digitali all’avanguardia orientati al cittadino, garantire la loro adozione diffusa tra le amministrazioni centrali e locali e migliorare l’esperienza degli utenti.

«Si punta a migliorare i servizi digitali offerti ai cittadini come diretta conseguenza della trasformazione degli elementi “di base” dell’architettura digitale della Pubblica Amministrazione, tra cui le infrastrutture cloud e l’interoperabilità dei dati» spiega il sindaco di Cetara Fortunato Della Monica.

Il numero di servizi che verranno integrati dipende dal tipo di amministrazione, ma l’obiettivo finale è avere una media di 50 servizi per i Comuni, 20 servizi per le Regioni, 20 servizi per le aziende sanitarie, 15 servizi per scuole e università.

«Il nostro comune, con la digitalizzazione, potrà avere un’organizzazione e un funzionamento più celere, ma, soprattutto, potrà offrire servizi all’avanguardia ai propri cittadini – prosegue il primo cittadino – Saranno riorganizzati e resi più immediati tutti i servizi, tra cui possiamo ricordare i più comuni come l’accesso agli atti, tutti i servizi demografici, le pratiche Suap e Sue, lo Spid, avvisi e pagamenti di Imu e Tari, certificazioni urbanistiche, servizi sociali, domande per contributi, pubblicazioni di matrimonio, servizi di sepoltura, e tanti altri».

Una vera rivoluzione che renderà più efficiente ed immediato il rapporto con gli utenti, più snello l’iter delle pratiche, favorirà il lavoro dei dipendenti comunali e soprattutto il rapporto tra istituzione e cittadinanza.

«Un’opportunità che non potevamo farci sfuggire, in questo momento storico che vede il Pnrr come strumento fondamentale per migliorare la nazione, partendo dalle istituzioni più piccole come il nostro comune; siamo orgogliosi del fatto che siamo stati premiati ottenendo il finanziamento per tutti i bandi ai quali abbiamo partecipato» ha concluso Della Monica.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Ravello 1902. Quando E. M. Forster incontrò il dio Pan a Fontana Carosa

di OLIMPIA GARGANO There are cities and towns that become one with the authors who set their works there....

Il Costa d’Amalfi non si ferma più: battuta anche la corazzata San Marzano

Terza vittoria consecutiva del Costa d’Amalfi che in casa batte la corazzata San Marzano, senza dubbio una delle...

Tramonti, lavori rete elettrica: dal 3 ottobre chiusa strada Pietre-Figlino

Da lunedì 3 a venerdì 7 ottobre parte della Sp 141, a Tramonti, sarà interdetta al transito veicolare...

San Francesco e la Costa d’Amalfi: 3 e 4 ottobre annullo filatelico e spettacoli tra Amalfi e Ravello

Annullo Filatelico,  concerto “Le ultime ore di Francesco“, giornata di studi e liturgia sacra: si concludono le celebrazioni...