3 C
Amalfi

Spinosa (Sita) rivela: «Azienda ha manifestato difficoltà per incremento corse studenti»

ultima modifica

Share post:

spot_imgspot_imgspot_img

«L’Azienda (Sita Sud ndr) è stata l’unico “oggetto” verso il quale si è sempre puntato il dito indicando la stessa come unica causa di ipotetici disservizi. Non è cosa facile riuscire a gestire un traffico viaggiatori di volume indefinito come quello che si riversa in Costiera amalfitana/Sorrentina senza che si creino vicende come quelle apparse sulle varie testate giornalistiche. Inoltre tali difficoltà vengono ad essere triplicate quando, le avverse condizioni marittime, bloccano i servizi offerti dai vari traghetti». A dichiararlo è il direttore regionale di Sita Sud, Simone Spinosa, in una nota trasmessa stamani alla nostra redazione giornalistica in cui spiega quanto accaduto relativamente alla mancata organizzazione delle corse aggiuntive per gli studenti il cui inizio era previsto per oggi. «Il giorno 19 settembre u.s., con l’incontro tenuto presso il Comune di Scala organizzato dalla Conferenza dei Sindaci della Costiera Amalfitana si è individuato un numero di sei corse scolastiche aggiuntive, atte ad incrementare quelle già esistenti relative, appunto, all’esercizio scolastico. Relativamente a quest’ultimo tipo di esercizio nasce l’obbligo specificare che l’aggettivo “Scolastico” individua, esclusivamente, una frequenza periodica con la quale vengono effettuate tali corse in riferimento al Calendario Scolastico Regionale. Erroneamente, invece, le corse contraddistinte dalla sigla “S” sono intese come riservate all’utenza scolastica» scrive Spinosa il quale aggiunge: «Successivamente la SITA SUD, in data 03 ottobre u.s., è stata convocata, presso la Commissione Trasporti della Regione Campania, per procedere all’attivazione di dette corse aggiuntive. In tale incontro, però, l’Azienda ha già manifestato le proprie difficoltà logistiche per l’incremento di tali corse suggerendo come soluzione il ricorso alla collaborazione di vettori privati, cosa già attuata durante l’emergenza pandemica. A riguardo la SITA ha inviato alla Regione Campania la nota prot. N. 1223 datata 03.10.2022».

I vettori privati hanno risposto picche. «Nei giorni a seguire l’Azienda ha incontrato vati vettori privati ai quali ha chiesto la collaborazione per effettuare le corse integrative. I delegati di tali aziende private hanno, però, manifestato le loro difficoltà per poter attivate i servizi in argomento. Tali difficoltà sono di natura sia logistica, perché attualmente i loro autobus sono impegnati in transfer turistici, sia per gli effetti dell’Ordinanza ANAS che regola la viabilità sulla S.S. 163, nonché per l’aspetto economico. A fronte di tali difficoltà manifestate dai vettori privati interpellati, la SITA ha provveduto a dare debita informativa sia la Regione Campania che la Conferenza dei Sindaci inviando in data 7 ottobre u.s. la nota prot. N. 1241» ha rivelato il responsabile dell’esercizio regionale di cui pubblichiamo integralmente la nota indirizzata al direttore responsabile del Quotidiano della Costiera Emiliano Amato con le relative missive prodotte in questa circostanza.

redazione
http://www.quotidianocostiera.it
spot_imgspot_img

articoli correlati

Turismo enogastronomico del primo Novecento. I versi del poeta del vino Hans Barth per la “Portatrice d’acqua di Amalfi”

di OLIMPIA GARGANO The "wine singer" Hans Barth wrote a poem commenting on an early 20th-century German illustration dedicated to a water-carrying girl...

In giro per Agerola col ‘Pandino’ rubato: interrogatorio per i quattro minori di Scala e Ravello

Rischiano il rinvio a giudizio i quattro ragazzi, tutti minorenni, di Scala e Ravello, sorpresi dai carabinieri, lo...

Amalfi, vicenda ex Seminario. Lauro: «Unico risarcimento spetta a studenti»

In merito alle ultime vicende dell’ex Seminario di Amalfi, individuato come sede dell’Istituto Tecnico per il Turismo, progetto...

Positano, travolse e uccise Fernanda: pena ridotta ad autista NCC

Tre anni e quattro mesi di reclusione per l’autista NCC che il 21 ottobre del 2021 a Positano...